RDF presentata il 20/12/2018 e approvata dalla TAVOLA VALDESE nel 2019 (OPM/2018/07457) - Inizio progetto 06/01/20 - Fine progetto 31/10/2020 - 30/01/20 Ricevuta I tranche finanziamento - 08/05/2020 inviato Rendiconto n. 1 - 05/06/20 Ricevuta II tranche finanziamento

Il progetto CRESCIAMO INSIEME è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese, vedi www.ottopermillevaldese.org

MA.D.E. crede che un programma di prevenzione e cura della malnutrizione fine dai primi mesi di vita contribuisca alla corretta crescita psicofisica del bambino e quindi a migliori capacità di apprendimento e successo scolastico. Partendo dalla convinzione che un’istruzione di qualità non possa prescindere dalla buona preparazione didattica e psico-pedagogica degli operatori, dall’uso di attrezzature e strumenti efficaci di ausilio alla didattica, dalla sensibilizzazione della famiglie all’importanza dell’istruzione per favorire e supportare il percorso scolastico dei propri figli, il progetto si articolerà in tre azioni: la prima è volta a monitorare la salute del bambino con l’obiettivo di ridurre significativamente lo stato di malnutrizione e di prevenire l’insorgere di malattie più comuni incentivando un percorso di monitoraggio alimentare e cura del minore. Si svolgerà, in primis, l’individuazione dei bambini a rischio di malnutrizione nella bidonville di Antohomadinika (anamnesi e diagnosi). Si svilupperanno sessioni formativo-interattive con le mamme dei beneficiari con lo scopo di fornire istruzioni sulle fondamentali pratiche igienico-sanitarie per la prevenzione delle malattie più comuni e consigli per una corretta alimentazione. I bambini verranno sostenuti con un programma nutrizionale rafforzato e usufruiranno di visite mediche per il controllo dei parametri di crescita staturo-ponderale consultazioni e farmaci al bisogno. Per garantire, in concreto, l’effettivo miglioramento dei parametri di crescita si effettueranno valutazioni mediche finali.
La seconda azione si pone come obiettivo quello di favorire la scolarizzazione e incentivare la prosecuzione degli studi per bambini/ragazzi della bidonville, riducendo del 5% il tasso di analfabetismo attuale (28,6%). L’azione si articolerà su vari fronti: la sensibilizzazione delle famiglie d’origine sull’importanza dell’istruzione come strategia di emancipazione sociale, l’iscrizione a scuola dei bambini/ragazzi e l’attività di monitoraggio periodico (a sei mesi e ad un anno) dei risultati raggiunti.
La terza azione persegue l’obiettivo di formare 20 ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni, con un corso di alfabetizzazione informatica fornendo loro gli strumenti base per un corretto uso del computer e innescare così una prospettiva di riscatto sociale. L’azione si estrinseca attraverso una prima fase di individuazione dei potenziali ragazzi partecipanti al corso. Seguirà l’erogazione del corso stesso con verifica intermedia per la valutazione delle conoscenze acquisite e finale con rilascio di attestato di partecipazione.
I beneficiari diretti sono 290 bambini/ragazzi della bidonville di Antohomadinika, in condizioni di grave precarietà socio-economica, soggetti a malnutrizione e con un alto tasso di analfabetismo familiare.
I beneficiari indiretti sono le 210 famiglie dei bambini/ragazzi.